martedì 7 luglio 2015

Hank Zipzer, il ragazzino dislessico che è un po’ tutti noi

Pasticcione ma intraprendente, Hank è il protagonista di una nuova collana ad alta leggibilità che diverte e aiuta i bambini a leggere.
Hank in seconda elementare non ha ancora come maestra la signorina Adolf, ma la più dolce e comprensiva signorina Flowers. Quando la maestra organizza uno spettacolo teatrale, Hank vorrebbe la parte della mosca d’acqua, ma al provino non riesce a leggere la parte, che invece viene assegnata all’odioso Nick “la zecca” McKelty. La signorina Flowers, allora, crea appositamente per lui una parte muta, quella del segnalibro. Ma le doti di Hank lo renderanno comunque mattatore dello spettacolo.
Un segnalibro in cerca d’autore
Henry Winkler, Lin Oliver,
illustrazioni di Giulia Orecchia
Uovonero
Romanzo ad alta leggibilità 7-8 anni
Vincitore del Cristopher Award nella categoria "Libri per ragazzi"

giovedì 2 luglio 2015

Pannolini Huggies: una piccola vittoria

L’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria – IAP, l’ente privato che regolamenta le comunicazioni commerciali per una “corretta informazione” – ha stabilito che lo spot della Huggies sui pannolini per bimba e bimbo trasmesso su Rai e Mediaset nel giugno del 2015 ha violato due articoli del codice di autodisciplina della comunicazione commerciale.
- continua la lettura su http://www.ilpost.it/

Approfondimento
Huggies, lo spot dei pannolini è sessista?

La legge per i vaccini obbligatori in California

Dopo l'epidemia di morbillo dell'anno scorso, è stata abolita la possibilità di non vaccinare i figli per motivi religiosi e "opinioni personali".
Martedì 30 giugno il governatore della California Jerry Brown ha firmato una delle leggi più severe degli Stati Uniti sulle vaccinazioni. La legge era stata proposta dopo che alla fine del 2014 nel parco divertimenti di Disneyland di Anheim, in California, c’era stata un’epidemia di morbillo. In seguito all’epidemia, che aveva fatto ammalare più di cento persone tra Stati Uniti e Messico, i senatori democratici Richard Pan e Ben Allen avevano cominciato a lavorare a una legge che permettesse di innalzare il livello medio di vaccinazione in alcune aree dello stato della California. Molti genitori americani evitano di vaccinare i loro figli – oppure rimandano le vaccinazioni – per timore di effetti sulla salute dei bambini. Moltissimi studi hanno dimostrato che non c’è nessuna relazione tra i vaccini e l’autismo o altre malattie croniche: tuttavia continuano a circolare teorie senza prove sulla pericolosità dei vaccini, spesso sostenute anche da personaggi molto famosi.
- continua la lettura su http://www.ilpost.it/

Matriarchè. Il principio materno per una società egualitaria e solidale

Biblioteca Vaccheria Nardi - venerdì 3 luglio , ore 17:30
Presentazione libro e proiezione documentario
Riflessioni sulla società matriarcale e su modelli di organizzazione sociale alternativi a quelli della nostra società in crisi.
Secondo la filosofa tedesca Heide Göttner-Abendroth, il termine “matriarcato” non è il contrario di patriarcato, cioè dominio e sopraffazione del femminile sul maschile, ma significa “matri/arché” cioè “origine dalle madri”.
Riscoprire le società a struttura matriarcale e prendere spunto da queste culture indigene di pace, può consentire di iniziare un cambiamento della nostra società in crisi, sia nel suo modello di sviluppo, che nell’organizzazione sociale.
Proiezione del documentario autoprodotto “Matriarché” (Italia 2012; 38’) e poi i partecipanti potranno esprimere opinioni e domande; infine, un breve laboratorio sui temi proposti.
Saranno presenti le autrici del libro Monica Di Bernardo e Francesca Colombini, insieme all’editore (Exòrma).
INGRESSO LIBERO
Via Grotta di Gregna, 37 
00155 ROMA (ROMA)
 (fonte: http://www.bibliotu.it/news/10496)

mercoledì 1 luglio 2015

Come preparare i bambini a cyber invidie, vendite fasulle, virus e amici virtuali

Come parlare dei pericoli del web ai bambini: preparare a  cyber invidie, vendite fasulle, virus e  amici virtuali.
È un bisogno sempre attuale quello di genitori, insegnanti ed educatori di catturare l’attenzione divertendo e trasmettere con leggerezza ammonimenti ed insegnamenti  importanti: non parlare con gli sconosciuti, essere sinceri, impegnarsi…
Se oggi davvero in pochi  lascerebbero attraversare un bosco da solo ad un bambino, spesso in molti li lasciamo scorrazzare nella rete non sempre sotto attenta e  puntuale supervisione. Il web è quindi oggi il nuovo bosco  dove camminano  da soli tanti piccoli Cappuccetto Rosso. Dobbiamo essere precisi nell’insegnare loro la strada, informarli sui nuovi e reali pericoli che potrebbero incontrare e prepararli a difendersi. A questo scopo, spesso nelle scuole vengono organizzati incontri con esperti del settore e Polizia Postale.
Un modo davvero simpatico di affrontare tutto ciò, può essere attraverso la  lettura di un libro che ho trovato in libreria alcuni giorni fa: “Hanno taggato Biancaneve”, libro di cui mi sarebbe piaciuto essere autrice ma l’idea, ahimè,  l’ha avuta prima Monica Marelli e l’ha illustrata in maniera deliziosa Caterina Georgetti.
- continua la lettura su http://www.innovationgym.org/

domenica 21 giugno 2015

Vorrei un figlio, ma con chi lo faccio?

In tempi in cui tutto viene imputato alla crisi economica, alla disoccupazione, alla mancanza crescente di servizi sociali, leggere i dati dell’Istat sul calo delle nascite in Italia in chiave di relazione d’amore tra uomini e donne può sembrare un ripiegamento romantico, idealistico.
Eppure basterebbe ascoltare i racconti, le domande che si pongono donne fra i trenta e i quarant’anni sulla scelta di avere o non avere figli, per capire che l’amore c’entra, e che se viene trascurato nell’ordine delle cause è perché nell’era del postmoderno – del “post” di tutto – nessuno fa più caso ai sentimenti.
- continua la lettura su http://www.internazionale.it/

Lettera a un bambino in guerra (di Stefania Mascetti)


Nel 2014 erano 59,5 milioni i migranti forzati, cioè le persone in fuga da guerre, conflitti e persecuzioni: due persone al secondo hanno dovuto lasciare la propria casa a causa di una guerra. Più della metà erano minorenni.
Sono i dati del rapporto annuale dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr), pubblicato in occasione della giornata mondiale del rifugiato, che è il 20 giugno.
Il libro Il cammino dei diritti, pubblicato da Fatatrac insieme ad Amnesty International, spiega ai bambini la Convenzione sullo status dei rifugiati del 1951 con una poesia di Janna Carioli:

Lo so che la guerra
non è un videogioco,
si muore per sempre
non solo per poco.
Lo so che fuggire
ti dà tanto dolore,
la casa, il tuo cane
sono strappi del cuore.
Lo so che il mio aiuto
è solo un granello,
ma vieni, ti aspetto.
Ho il letto a castello.

venerdì 19 giugno 2015

Saggio Coreografico "In fondo al mar..."

Scuola dell'Infanzia l'Arcobaleno
Il 23 maggio presso il palazzetto Stella Azzurra si è svolto il Saggio Coreografico "In fondo al mar..." ispirato al progetto di Educazione ambientale e di ecologia marina. Il progetto, rivolto a tutte le sezioni dell'Infanzia, è iniziato a gennaio scorso e ha seguito uno specifico percorso didattico suddiviso in sessioni al fine di far conoscere al bambino i vari aspetti del mare e di promuovere un corretto rapporto con la natura.
L'ambiente marino è stato dunque il grande contenitore delle esperienze di questo progetto che ha offerto al bambino una ricchezza di opportunità: attraverso le diverse proposte didattiche pensate e realizzate negli Atelier, si è utilizzata la metodologia del fare e dell'agire intrinsecamente dinamica e adatta per favorire le esperienze conoscitive dei bambini a più livelli per culminare nella grande "vetrina" finale, il saggio coreografico.



Gli Atelier:
  • l'Atelier narrativo-linguistico (racconti sul mare, invenzione di storie e filastrocche con le parole del mare, memorizzazione di poesie)
  • l'Atelier sonoro-musicale (suoni, rumori, canzoni e filastrocche sul mare)
  • l'Atelier espressivo-motorio (il corpo imita ed esplora il movimento del mare, degli animali e delle piante che lo abitano)
  • l'Atelier artistico (il mare nell'Arte, i colori del mare e dei suoi elementi, rielaborazioni grafiche, pittoriche e manipolative)
  • L'Atelier di cucina (per ciò che concerne l'aspetto "sea food")
  • L'Atelier di lingua inglese (apprendimento di nuovi vocaboli)
Le sessioni didattiche:
  • Il mare, sensazioni ed emozioni attraverso i racconti personali
  • I grandi mari oceanici
  • Le caratteristiche del mare (movimento ondoso, sapore e temperatura, suoni e colori)
  • gli organismi che abitano il mare, le caratteristiche ambientali, i tesori del mare
  • Il mare nell'arte
  • Le storie del mare
  • L'inquinamento del mare, l'importanza della tutela
  • Il mare a "fondo"

Attività integrative:
  • al cinema dei piccoli (villa Borghese) visione del film "La tartaruga Sammy"
  • visita didattica al Museo della navigazione antica al castello di S. Severa
  • visita didattica al parco acquatico Zoo Marine con il  laboratorio "Ricicliamo il mare"
  • festa di primavera con le famiglie al mare
  • incontro didattico con il sub Alessandro Rignani Lolli
  • festa di fine anno "In fondo al mar" con il concorso di torte "Dolce mare"
Il Saggio coreografico

Nell'Oceano Arcobaleno una nuova avventura sta per iniziare...
Lasciati trasportare dalle emozioni, dai colori e dalla musica degli abissi.
Nel profondo blu potrai viaggiare con la fantasia per ammirare le creature del mare che si animano attraverso il gioco 
e la gioia di stare insieme”

Ondina, la voce del mare, ci racconta...

Arrivano le Ondine per mostrarci i meravigliosi colori del mare




Attenzione … ecco le pericolose mante che volteggiano come se avessero le ali..


Anche nel mare brillano le stelle. Dalla profondità degli abissi ecco la danza delle piccole e luminescenti stelle marine 


 Nel nostro colorato oceano non potevano mancare i pesciolini  arcobaleno

 

Il mare con i suoi movimenti ha portato fin qui le rosee conchiglie che nascondono un tesoro prezioso...

 
  Adesso un po’ di ritmo. Pazzerelli più che mai i polpi scatenati a tempo di reggae


 Fanno lunghi viaggi trasportate dalle correnti del mare. Sono veramente simpatiche le allegre tartarughe

 


Che divertimento!! I pesciolini pagliaccio giocano sempre a nascondino con i coloratissimi anemoni



Saltano tra le onde con giravolte e capovolte ….giocano felici gli amici delfini


Popolano i mari da sempre, un po’ bambine un po’ pescioline le piccole sirene raccontano il mare...



Ancora movimento “jump jump” con i cavallucci marini !


Ed ora una pericolosa sfida …aragoste e squali in versione disco dance!




Dopo la sfida, il mistero …. Silenzio... Arrivano le meduse danzanti



 Grazie Ondina! Per averci raccontato questa magica storia negli abissi...

Al prossimo anno!!


Progetto di Educazione Ambientale ideato da Silvia Vitali
Direzione artistica del Saggio: Silvia Vitali e Ilaria Turrin
“Ondina” la voce del mare: Claudia Calderaro
Coreografie ideate e realizzate da Silvia Vitali
Coreografia “Le tartarughe” ideata da Ilaria Turrin
Scenografie realizzate dalle insegnanti Alessandra, Ginevra, Tania
Costumi realizzati dalle insegnanti Ginevra, Roberta, Alessandra, Silvia
Consulente per le musiche: Alissa Balocco
Fotografia: Susanna De Santis
Riprese video e montaggio: Massimo Croce

Ringraziamenti speciali:
A tutte le famiglie,
a tutti i bambini e le bambine dell'Arcobaleno
e dell'A.S.D. “Batti il tempo”

sabato 13 giugno 2015

15 giugno. L'ARCOBALENO ESTATE: la Scuola si trasforma nel CENTRO ESTIVO A COLORI


Anche quest'anno il Nido e la Scuola dell'Infanzia L'Arcobaleno propongono le attività estive nella sede sita in via Flaminia 737 dove sono già allestite le piscine "fuori terra" per tutte le età nel giardino attrezzato con giochi vari (biliardini, tavoli da ping-pong, porte da calcetto, canestri, tavoli).
Con la presenza di uno staff specializzato (educatrici, insegnanti, istruttori sportivi, assistenti all'infanzia e  cuoca) i bambini sono seguiti nelle diverse "routines" della giornata.
Possono frequentare  il nostro centro estivo bambini e bambine dai 3 ai 10 anni, per il periodo che va dal 15 giugno al 24 luglio.
La frequenza è settimanale o giornaliera. Per  gli utenti esterni si richiede un certificato medico per attività ludico-motoria/amatoriale.

Tante idee per far giocare i nostri bambini

Contro la noia delle mattine e dei pomeriggi d’estate, il sito BuzzFeed ha stilato una classifica di giochi che si possono organizzare per i bambini.
- guarda su http://www.corriere.it/

venerdì 12 giugno 2015

Più flessibilità per il congedo parentale

Il Consiglio dei ministri ha approvato le nuove regole del Jobs Act che riguardano la conciliazione famiglia lavoro.
Tra le novità più importanti, figura l’opportunità per i lavoratori di beneficiare del congedo parentale facoltativo per un periodo più lungo. In pratica, l’arco temporale entro cui si può richiederlo passa dai 3 ai 6 anni di età del bambino per il congedo retribuito al 30 per cento e dagli 8 ai 12 anni per quello non retribuito.
All’articolo 7 si amplia inoltre il congedo a ore che offre, dopo il periodo di maternità, la possibilità di avere orari ridotti invece che continuare l’assenza completa dal lavoro. Una misura simile è contenuta nel decreto attuativo sulle forme contrattuali, che permette di chiedere il part-time per il periodo del congedo parentale. Sono provvedimenti importanti perché introducono più flessibilità nella gestione dei tempi dopo la nascita dei figli. Si tratta di una giusta attenzione a una fase assai critica, perché un numero molto elevato di donne non ritorna al lavoro dopo la nascita del bambino e una delle ragioni riguarda, appunto, la mancanza di orari flessibili. Così, secondo i dati Istat, una madre su quattro non ha più un lavoro a distanza di due anni dalla nascita del figlio, ed è un dato stabile nel tempo.
Restano due questioni aperte: la prima è il differente trattamento dei genitori che svolgono lavoro indipendente e che hanno solo diritto a tre mesi di assenza. La seconda è la copertura finanziaria parziale: le misure sono infatti finanziate solo per il 2015.
- continua la lettura su http://www.lavoce.info/