lunedì 8 febbraio 2016

La Luna, Venere e Mercurio, spettacolo all'alba sul cielo di Roma


L'ultima falce di Luna era sospesa sui castelli romani nella mattinata del 6 febbraio, assieme a Venere e Mercurio con i quali era in congiunzione.
Lo spettacolo è andato di scena all'alba, documentato con le bellissime immagini di Gianluca Masi, astrofisico dell'osservatorio astronomico di Ceccano, in provincia di Frosinone, e direttore del progetto Virtualtelescope. Masi ha raggiunto il Gianicolo, da dove ha potuto godere di una vista mozzafiato verso est e da lì ha immortalato il terzetto che attendeva il sole poco prima del sorgere. Una composizione resa ancora più affascinante dalle nuvole basse sull'orizzonte
Foto: Gianluca Masi - http://www.virtualtelescope.eu/
a cura di MATTEO MARINI

giovedì 4 febbraio 2016

Teatro Argentina. Alla scoperta del Genio di un bambino di nome Leo

Dal 25 gennaio al 20 febbraio al Teatro Argentina si parte alla scoperta del Genio di un bambino che il mondo conoscerà come Leonardo da Vinci, Leo, da un’idea di Alberto Nucci Angeli e Lorenzo Terranera, per la regia di Francesco Frangipane
Di Leonardo da Vinci conosciamo molto. Tutte le sue invenzioni, i suoi quadri, le armi, gli studi sul volo, sull’anatomia, gli indovinelli, la filosofia. Conosciamo i suoi protettori, i suoi spostamenti, le sue domande. Apprezziamo la sua incidenza nel mondo attuale. Quello che non sappiamo è: che bambino era, quali erano i suoi giochi, quali i suoi amici, cosa lo catturava?
E se dietro al più straordinario genio della storia dell’umanità non ci fosse che il più comune dei desideri?
Per saperne di più
Teatro Argentina
Largo di Torre Argentina, 52 
00186 - ROMA 
25 gennaio - 20 febbraio 2016

mercoledì 3 febbraio 2016

OPEN DAY a colori....

Nido e Scuola dell'Infanzia
l'ARCOBALENO


OPEN  DAY a colori
per presentare i nostri  7 ATELIER:

Narrativo - Grafico, pittorico, manipolativo

Ludico-Motorio - Ludico-musicale

Conoscenza del mondo - Cucina

"Pronti per la prima"


"L'albero delle storie"

E’ un’attività di narrazione e di ascolto di una storia alla quale segue una breve rielaborazione verbale in "circle-time" ed una grafica-pittorica per realizzare il libro. A questa attività si collega quella della biblioteca di classe “Gufo Gaio, il gufo libraio”






"Creo io..."
Questa attività favorisce la ricerca del colore, del segno, dell’espressione cromatica, della manipolazione e della “trasformazione” dei materiali, ma soprattutto vuole essere l’atto di esplorare “l’arte” per conoscere in modo divertente e dare libero sfogo alla creatività del bambino e alle sue emozioni.



"Tutti in tuta nella Fantapalestra!"

L’attività di movimento mira ad accompagnare i bambini alla scoperta del corpo come conoscenza di sé, come espressione della personalità e come strumento privilegiato per la relazione con sé e con gli altri. La pratica ludico-motoria si modella sul gioco spontaneo e guidato, sull’espressività psico-corporea, intesa come unione tra la struttura somatica, affettiva e cognitiva ed include: la sensorialità, l’affettività e lo                                       sviluppo intellettivo.

"Ma che musica maestra!"

Il bambino interagisce con il paesaggio sonoro e sviluppa capacità cognitive e relazionali, impara a percepire, ascoltare, ricercare e discriminare i suoni all’interno di contesti di apprendimento significativi, esplora le proprie possibilità sonoro-espressive attraverso l’ascolto delle produzioni sonore personali e del mondo esterno.


“1,2,3 ! scopro come e perchè'”

I bambini si avviano alle prime attività di ricerca esplorando oggetti, materiali, e simboli. Le proposte si basano sull’osservazione del mondo, per esempio della vita delle piante o il movimento degli oggetti. Altre attività sono impostate per familiarizzare con i numeri e le quantità, avviando i primi processi di astrazione.
I bambini operano e giocano con materiali strutturati.

"A scuola con gusto!"
Attività di educazione alimentare che si pone come obiettivo principale quello di sensibilizzare e di avvicinare i bambini all’”arte gastronomica” attraverso il gioco: pasticciare con gli ingredienti, tirare la sfoglia, tagliuzzare la frutta, manipolare la pasta del pane sono le attività privilegiate di questo spazio creativo per sentirsi piccoli chef. 



"Pronti per la prima!"
È importante per il bambino arrivare alla Scuola Primaria con un bagaglio di competenze che lo facilitano all’acquisizione della lingua scritta, arrivarci con la capacità di padroneggiare e “giocare” con le parole e i numeri, con un’apertura mentale e una buona autostima per affrontare la lingua ed il linguaggio come stimolo ludico. 
Ad accompagnare i bambini in questo percorso ci sarà il proprio  “abecedario” ed il "libro dei numeri” che, realizzato da loro stessi, permetterà di scoprire il piacere di esserne autori e di sviluppare un interesse  attivo per i libri, la lettura e la scrittura.


Per saperne di piu' sulle attività didattiche e visitare le nostre sedi scolastiche vi aspettiamo:

Sabato 13 Febbraio dalle 10.00 alle 12.00
Sede Fleming in via Flaminia V., 737

Sabato 20 Febbraio dalle 10.00 alle 12.00
Sede Balduina in via Pentimalli, 30




CIAOOOO!!!

giovedì 28 gennaio 2016

I bambini cattivi non esistono

Se c’è qualcosa che desideriamo cambiare nel bambino, dovremmo prima esaminarlo bene e vedere se non è qualcosa che faremmo meglio a cambiare in noi stessi
(Carl Gustav Jung)

martedì 26 gennaio 2016

La piramide dell'attività motoria per i bambini

Per un stile di vita salutare non basta seguire la piramide alimentare ma è fondamentale sapersi muovere nella giusta direzione: il movimento non è solo sport. Può essere gioco, passeggiata, attività all’aria aperta, salire le scale a piedi, aiutare la mamma nelle faccende domestiche, rinunciare ai mezzi di trasporto per andare a scuola in favore della bicicletta.


lunedì 25 gennaio 2016

Tagliare una torta in parti uguali

Una torta, si sa, è uno strumento matematico. Basta volerla tagliare ed è subito… frazione. Certamente ci sono situazioni nelle quali vogliamo tagliarla in due fette uguali. Ma questo non accade con i compleanni dei nostri bambini. E allora se le fette diventano 3, 4, n?
Scopri come fare in Tagliare una torta in parti uguali di Daniele Gouthier.
- leggi l'articolo

Tracce di un nono pianeta nel Sistema Solare

Un nuovo pianeta, grande circa venti volte la nostra Terra e ben più distante da Sole, circa 20 volte la distanza che separa Nettuno dalla nostra stella. A rivendicare l’esistenza di un nono pianeta (un altro, considerato il declassamento dell’ex nono Plutone, nel 2006) sono due ricercatori Konstantin Batygin e Mike Brown del Caltech di Pasasdena.
Gli scienziati non hanno osservato direttamente il pianeta, quanto piuttosto dedotto la sua esistenza a partire da simulazioni matematiche e dall’osservazione di comportamenti bizzarri di alcuni corpi minori, nella fascia di Kuiper, imputabili proprio alla presenza di un nono pianeta. Rinvigorendo così l’ipotesi dell’esistenza di un pianeta X.
- continua la lettura su http://galileonet.it/

giovedì 21 gennaio 2016

Aiutare i bambini a essere felici ci rende migliori

“Signor Valeriu, se quest’anno non vengo rimandato posso venire a stare da lei?”.
Questa domanda, formulata con parole diverse e da bambini diversi, me la sento fare almeno una volta al mese. E do sempre la stessa risposta, l’unica efficace: “Silviu, staremo insieme e studieremo, impareremo le lettere, e tu riuscirai a leggere. Giocheremo, cucineremo e ogni tanto andremo anche al cinema o in piscina insieme. Non ti posso tenere sempre da me, perché vorrebbe dire che dovrei prendervi tutti. E questo non lo posso fare”.
Mi sento un mostro a dover rispondere così. Ma fino a oggi non ho trovato una risposta migliore.
- continua la lettura su http://www.internazionale.it/

domenica 17 gennaio 2016

Cosmoscuola 2016, si va a lezione di universo

Torna per il terzo anno consecutivo 'Cosmoscuola - La scuola di astronomia per ragazzi di età compresa tra gli 8 e 14 anni'. L'iniziativa è promossa dall'Inaif - Osservatorio astronomico di Roma, in collaborazione con associazione Culturale Estrellas y Planetas.
Tema conduttore dell'edizione 2016, proposto per un percorso didattico insieme ai ricercatori dell'Osservatorio, è lo studio dell'universo in tutte le sue sfaccettature (dal Big Bang alle onde gravitazionali) attraverso le osservazioni degli astri. Ogni lezione è composta da una parte teorica e una più pratica dove i ragazzi lavoreranno in squadra e si cimenteranno in esperienze a diretto contatto con l'argomento trattato di volta in volta. La scuola ha inizio il 6 febbraio e prevede otto lezioni di circa due ore l'una ed una Fiera finale aperta a tutti che i ragazzi stessi allestiranno con i loro progetti, modelli, esperimenti e lavori.
- http://www.estrellasplanetas.org/

mercoledì 13 gennaio 2016

A che età si iniziano a riconoscere le parole?

I bambini sanno distinguere un semplice disegno da una parola scritta, anche prima di imparare a leggere. A suggerirlo è uno studio pubblicato sulla rivista Child Development da un team di ricercatori della Washington University di St. Louis, che dimostra come già all’età di 3 anni i bambini intuiscano la differenza tra una parola scritta e un simbolo, o disegno.
“I nostri risultati mostrano che i bambini hanno una sorta di conoscenza delle proprietà fondamentali della scrittura a partire già dalla tenera età”, spiega Rebecca Treiman, ricercatrice della Washington University che ha partecipato allo studio. “Stando ai nostri risultati, potrebbe essere possibile capire molto presto quali bambini stanno procedendo in modo corretto nello sviluppo delle competenze necessarie alla lettura, e quali invece possono avere bisogno di una maggiore attenzione”.
- continua la lettura su http://www.galileonet.it/

Bustric e il Magico PICCOLO PRINCIPE


La musica è come l'acqua, prende la forma del recipiente dove la si mette pure restando sempre acqua. Con questo giuoco di parole, Bustric ci informa che la musica rende liberi gli spettatori e gli attori, perché pure essendo uguale per tutti, è diversa per ognuno. Ognuno la può interpretare come vuole. La musica è un compagno di viaggio capace di divenire protagonista i ogni istante senza mai essere prevaricatrice.
Da molti anni Bustric compone e gioca con storie e personaggi che con la musica dialogano. Il suo mondo fatto di magia, giochi di prestigio, giocolerie, pantomima e parole, si sposa magnificamente bene con questa antichissima arte che, certo, è nata con l'uomo. Questo Piccolo Principe liberamente ispirato all'opera di Antoine de Saint-Exupéry ne è una prova. Il racconto che tutti conoscono diviene spunto di scene che si dilatano e creano sorprese. Del Piccolo principe si cerca qui la meraviglia nascosta dietro le parole . E' una rappresentazione libera e leggera, dove la scena semplice per scelta e necessità i trasforma a seconda del momento, divenendo ogni volta paesaggio e spazio magico, diverso.
Il gioco stesso racconta e diviene storia.
Teatro Vascello
dal 9 al 24 gennaio 2016
ogni sabato ore 17 e ogni domenica ore 15

IN CIELO OLTRE LE NUVOLE...

...SONO VOLATI PER TE CLAUDIA I DISEGNI  DEI TUOI BAMBINI....


Claudia....

"è diventata  una stella"

"è volata in cielo"

"è andata lontano però ci guarda..."
  
" è partita per un viaggio lungo"

"non torna piu'? 

 "ora brilla nel cielo"

"è come un angelo"





Grande Claudia!!